Posts contrassegnato dai tag ‘lira’

Nacque per condivisione dei debiti tra gli Stati pre-unitari: una lezione per l’Europa

Il 24 agosto 1862, con la firma da parte di Vittorio Emanuele della legge n. 788 sull’unificazione monetaria, la lira italiana ebbe corso legale e sostituì tutte le altre monete circolanti nei vari stati preunitari, unendo così l’Italia anche dal punto di vista economico”.
A presentare la legge fu il bolognese Gioacchino Napoleone Pepoli, Ministro dell’Agricoltura, Industria e Commercio, che nella relazione alla Camera – come troviamo sul Corriere della Sera del 3 luglio 2010 – sottolineò che “la moneta, mentre corre nelle mani di tutti come segno ed equivalente di ogni valore è pure il monumento più popolare, più costante e più universale che rappresenti l’unità della nazione”.

Già l’anno precedente, per la verità, il corso legale della lira era stato esteso, con decreto del 17 luglio 1861, a tutto il territorio del Regno dei Savoia, pur mantenendo la validità anche delle altre monete degli stati preunitari. Curiosamente, la prima moneta espressamente denominata “una lira italiana” non era stata però emessa in territorio piemontese, bensì nel dicembre 1859 ad opera del governo provvisorio della Toscana.

Annunci