La lotta di classe non c e, ma dovrebbe tornare ad esserci. In Europa

Pubblicato: 29/12/2014 in Senza categoria

Il giorno 29/dic/2014, alle ore 19:11, Nicolò Costa ha scritto:

Carissimi,
questo articolo di De Benoist è COMPLETAMENTE estraneo alla tradizione del socialismo liberale. Noi ci siamo distinti dai comunisti – In Italia e all’estero, in Gran Bretagna e in Olanda e in Svezia – per l’autonomia della società civile, delle ‘diversità’ e delle minoranze, nonché per aver cercato di coniugare bisogni e meriti e aver rifiutato l’idea della ‘classe generale’ Se dico ai miei studenti/sse di non essere cosmopoliti e quindi che Erasmus è inutile, siamo al grottesco. Che senso ha pubblicare un articolo così? Boh! Sono per aiutare Renzi e incanalarlo verso la terza via di Blair
Il 20 circolo a Milano. Vorrei risalutare dopo tanti anni Ugo e gli altri
Buon Anno
Nicolò Costa

La Critica risponde,
Caro Nicolò. Il socialismo in Europa non ha aperto bocca sulla degenerazione del progetto europeista e federalista in un boureau sovietico di funzionari, banchieri, tecnocrati senza alcuna relazione nemmeno formale con i popoli europei.
Questa è’ la sconfitta del socialismo liberale.
Blair si candidò a guidare la presidenza europea, ma venne bocciato da Merkel e Sarkozy perché, cito, ” personalità troppo forte”.
Non ci fu alito socialista a replicare e dare battaglia.
Solo Berlusconi lo candido, e lascio perdere visto l isolamento in cui la proposta era stata cacciata.
Ora il problema è a mio modo di vedere è prima di tutto politico e poi di perfezionamento ideologico-programmatico.
Le classi ci sono di nuovo e non per i comunisti, ma per la piega di imperialismo finanziario che le relazioni economiche capitalistiche hanno preso.
La lotta di classe è un primo passo di democrazia, quando all ingiustizia sociale si perviene per emarginazione politica. Esiste la lotta di classe democratica, come è nella tradizione di Turati e della Critica. È’ una lotta legittima se condotta nella democrazia ( che non c e ) rivendica condizioni di libertá economica ( che non c e) e giustizia sociale (idem).
Non credo si debbano usare vecchi vocabolari, ma scrivere aggiornamenti sui nuovi significati che le parole assumono.
Per i riformisti la lotta di classe non mi pare sia stato un tabù : essa era intesa come lotta di emancipazione sociale ed economica, in una prospettiva di autogoverno e di diritti democratici rappresentativi.
Non mi pare che questo sia il momento di sottilizzare su Sacre scritture, peraltro in modo inesatto.

Infine. Incanalare Renzi verso il blairismo? Mi pare come volere incanalare il dirigismo fanfaniano “in si bemolle” in un pieno è chiaro Do di petto. Vista la sua radice dossettiana sarebbe meglio che tentasse di orientarsi sul leader di Arezzo, che sicuramente contribuì alla ricostruzione del Paese, fece un piano casa, e molto altro. Il cuore del New Labour non era la finanza e la city, come si ripete, ma i servizi sociali e il lavoro sempre più autonomo e in relazione alla nascita di nuove imprese. L economia della conoscenza. Il rigetto del ” integrazionismo” e la promozione di immigrazione qualificata, sin dalle università. Niente a che fare con la stazione centrale e le riserve indiane ormai nelle periferie di tutte le città, anche medie.

Attendiamo quindi la Grecia ” che non ci contagia”. Attendiamo gli investitori stranieri che potranno fare licenziamenti di massa e portarsi via le ultime aziende, grazie al Job Act. Vediamo quanti posti di lavoro si creano nella gioventù delle start up iper tassate. Vediamo quanti arriveranno allapensione, anche spostandola a 80 anni!
Un caro saluto, è un augurio di un anno migliore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...