Documento. Saragat garante del centro sinistra litiga col presidente Segni davanti a Johnson (1964)

Pubblicato: 07/01/2014 in Senza categoria


“Nenni sceglie la Nato, ma ha bisogno di tempo”

di Critica Sociale

Verbale della conversazione sulla Forza Mulilaterale tra il segretario di Stato Rusk e il ministro degli esteri, Saragat

La visita di Stato negli Usa del Presidente italiano Segni, accompagnato dal ministro degli Esteri, Saragat, si apre il 14 genaio alla Casa Bianca con il presidnete Johnson. Saragat discute con il segretario di Stato le prospettive dela Forza Multilaterale (MLF). Segni insiste con Johnson sulla convocazone dela forza multilaterale ed esprime scetticismo sula disponibilità di Chrusciev a trattative sul disarmo.

Memorandum of Conversation Participants:
United States – The Secretary Mr. William R. Tyler, EUR Ambassado­r
G. Frederick Reinhardt; Mr. Francis E. Meloy, Jr., WE, Mr. DeSeabra, Interpreter.
Italy – Foreign Minister Giuseppe Saragat; Ambassador Attilio Catani, Foreign Ministry; Ambassador Mario Toscano, Foreign Minister Ministry, Franco Malfatti di Montetretto, Chief of Cabinet; Ambassad. o. Angelo Corrias, Chief of Diplomatic Protocol; Ambassador Sergio Fenoaltea, Italian Embassy; Minister Gian Luigi Milesi Ferretti, Italian Embassy; Miss Bonaccorsi, Interpreter.

Foreign Minister Saragat said that for Italy the problem of the MLF was one of timing and principally timing affecting the Italian Socialist Party (PSI). The Foreign Minister had talked to Nenni on several occasion recently and has found Nenni personally favorably disposed to the MLF The problem of time, however, is unavoidable and cannot be telescope d Nenni told the Foreign Minister he must have time to prepare his party.
He does not need a long time – only four or five months, perhaps. Foreigr: Minister Saragat said it is important to note Nenni has undertaken a commitment to prepare his party for the decision.
The Foreign Minister said that the attitude of the UK is an importam one and will have great influence in Italy whatever the results of the UE. elections. Anything that the U.S. can do to bring about a more favorable attitude by the UK would be helpful in Italy.
Foreign Minister Saragat said he has accepted British Foreign Mini · ter Butler’s request that he prolong his stay by a few days during his forthy coming visit to the UK. He plans to use this time to talk to Labor Pa leaders. He will ask them not to do anything which would make the Italia.e problem more difficult. He will also tell them of the Italian position on MLF.
Saragat continued that despite the Italian commitment in principle to the MLF and the favorable disposition of many groups, some obstacle_ remain and must be removed before final and formal acceptance of the MLF by Italy.
The Secretary thanked the Foreign Minister for his v:iews. He did nor see any contradiction between what the Foreign Minister had been saying and the need to move along with the MLF. If we have a MLF report by the first of March we can then move on to draft an agreement. Meanwhile the multilaterally manned ship experiment can go forward. The Secretary emphasized that it was important not to lose forward movement.
With regard to the UK, the Secretary said the Foreign Minister may find during his visit to the UK that there are differences of opinion there. It should also be noted that there are differences between what the British of both parties say now and what they are likely to say or be able to say after the election. The Foreign Minister will need to feel his way to see what the real UK position is. The Secretary emphasized that in any event
he wished to assure the Foreign Minister the US is not pulling away from the MLF. We feel that the MLF is of great importance.
Foreign Minister Saragat reiterated that the Italian decision has been made in principle. The Prime Minister is convinced on the subject of MLF as is the Vice Prime Minister (Nenni). The only thing that is required is a little more time. Ambassador Reinhardt knows the situation very well and can confirm this.
The Secretary said that the Foreign Minister in a previous conversation in the day had said something important about his visit to London. He had said the decision with regard to the MLF would be an Italian decision made in Italy’s own interest and would not be determined by what was said to him in London.
The Secretary continued that the British lack interest in the MLF for two reasons: ( 1) they already have a nuclear farce of their own and there­ fore lack political motivation; and (2) the British Military feel they will not be able to have other things they want if they are obliged to make the financial effort required by participation in the MLF. The Secretary said that on a persona! basis he felt that the UK will not be able to stay out of the MLF in the long run if the momentum of the MLF is maintained. He believes the UK will come in if they see the rest of us going ahead.
Foreign Minister Saragat said that the opposition from the right in Italy is attempting to overthrow the coalition government. The U.S. must be careful not to give them an opportunity by pressing Italy for too early a decision on the MLF. The Foreign Minister said that when he talked with Nenni regarding the experimental MLF ship, Nenni had seemed very understanding. The problem therefore was not connected with the matter of final acceptance of the MLF but was instead one of time. Nenn i could have created difficulties aver the ship experiment but did not do so.
[FRUS, 1964-1968, vol. XIII, Western Europe, doc. 3]

Memorandum della Conversazione (traduzione)
partecipanti:
Stati Uniti – Il Segretario Sig. William R. Tyler, EUR Ambassador
G. Frederick Reinhardt, il signor Francis E. Meloy, Jr., Noi e il signor DeSeabra, Interpreteper italiano
Italia – Il ministro degli Esteri Giuseppe Saragat, l’ambasciatore Attilio Catani, Ministero degli Esteri, l’ambasciatore Mario Toscano, Ministero Esteri
Il Ministro Franco Malfatti di Montetretto, Capo di Gabinetto; Ambasciatore Angelo Corrias, Capo del Cerimoniale Diplomatico, Ambasciatore Sergi Fenoaltea, Ambasciata Italiana, Ministro Gian Luigi Milesi Ferretti, Ambasciata italiana, signorina Bonaccorsi, interprete.

Il Ministro degli Esteri, Saragat ha detto che per l’Italia il problema della FML era uno dei temi, il principale tema, che interessano principalmente il Partito socialista italiano. Il ministro degli Esteri aveva parlato con Nenni in diverse occasioni di recente e ha trovato Nenni personalmente ben disposti verso la FML. Il problema del tempo, però, è inevitabile e non può essere previsto da Nenni, ha detto il ministro degli Esteri: deve avere il tempo per preparare il suo partito.
Lui non ha bisogno di un lungo periodo di tempo – solo quattro o cinque mesi, forse.
Il ministro Saragat ha detto che è importante notare come Nenni ha preso un impegno per preparare il suo partito per la decisione.
Il ministro degli Esteri ha detto che l’atteggiamento del Regno Unito è una cosa importante che avrà grande influenza in Italia, qualunque sia il risultato delle elezioni in Gran Bretagna. Tutto ciò che gli Stati Uniti possono fare per sostenere un atteggiamento favorevole dal Regno Unito sarebbe utile in Italia.
Il ministro degli Esteri Saragat ha detto che ha accettato la richiesta britannica del Ministro Butler che prolungare la sua permanenza di qualche giorno durante la sua quarta visita nel Regno Unito. Si prevede di utilizzare questo tempo per parlare con i leader del Labour Party. Chiederà loro di non fare nulla che renda il problema in Italia più difficile. Illustrerà anche loro della posizione italiana sulla FML.
Saragat ha continuato affermando che, nonostante l’impegno italiano in linea di principio per la FML e la disposizione favorevole di molti gruppi, alcuni ostacoli continuano a rimanere e devono essere rimossi prima dell’accettazione definitiva e formale nella FML dell’Italia.
Il Segretario ha ringraziato il Ministro degli Esteri per la sua illustrazione. Non ha fatto vedere alcuna contraddizione tra ciò che il ministro degli Esteri aveva detto e la necessità di muoversi lungo la FML. Se abbiamo un rapporto sullo stato della FML dal primo marzo possiamo poi passare a redigere un accordo. Nel frattempo l’esperimento nave multilaterale avviato può andare avanti. Il segretario ha sottolineato come sia importante non perdere il movimento in avanti.
Per quanto riguarda il Regno Unito, il segretario ha detto che il ministro degli Esteri italiano può trovare durante la sua visita nel Regno Unito che ci sono differenze di opinione anche lì. Va inoltre notato che ci sono differenze tra quello che gli inglesi di entrambe le parti dicono ora e quello che sono suscettibili di dire o poi non essere in grado di dire dopo le elezioni. Il ministro degli Esteri dovrà capire quale sia l’effettiva posizione del Regno Unito. Il segretario ha sottolineato che in ogni caso il suo desiderio è quello di assicurare il ministro degli Esteri italiano che gli Stati Uniti non si sottraggono dalla FML. Riteniamo che la FML è di grande importanza.
Il ministro degli Esteri Saragat ha ribadito che la decisione italiana è stata fatta in linea di principio. Il Primo Ministro è convinto sul tema della FML come lo è il Vice Primo Ministro (Nenni). L’unica cosa che si richiede è un po’ più di tempo. L’ Ambasciatore Reinhardt conosce molto bene la situazione e può confermare questo.
Il Segretario ha detto che il ministro degli Esteri in una conversazione precedente durante il giorno aveva detto qualcosa di importante riguardo la sua visita a Londra. Aveva detto che la decisione per quanto riguarda la FML sarebbe una decisione italiana fatta proprio nell’ interesse dell’ Italia e non sarebbe stato determinato da ciò che è stato detto di lui a Londra.
Il Segretario ha continuato affermando che gli inglesi mancano di interesse per la FML per due ragioni: (1) hanno già una forza nucleare propria e mancanza di motivazione politica e (2) Forze armate britanniche percepiscono che non sanno in grado di avere altre cose che vogliono se sono obbligati a fare lo sforzo finanziario richiesto dalla partecipazione alla FML.
Il Segretario ha detto di aver saputo da fonte diretta che il Regno Unito non sarà in grado di rimanere fuori dalla FML nel lungo periodo se la determinazione sulla FML è mantenuta. Egli ritiene che il Regno Unito arriverà se vedrà il resto di noi andare avanti.
Il ministro degli Esteri Saragat ha detto che l’opposizione da destra in Italia sta tentando di rovesciare il governo di coalizione. Gli Stati Uniti devono stare attenti a non dar loro la possibilità, premendo Italia per una affrettata decisione sulla FML. Il ministro degli Esteri ha detto che quando ha parlato con Nenni per quanto riguarda la sperimentazione nave FML, Nenni era sembrato di aver compreso. Il problema quindi non era collegato con la materia di accettazione definitiva della FML, ma è invece legato ai tempi. Nenni avrebbe potuto creare difficoltà sull’esperimento nave multiforza, ma non l’ha fatto.
[ FRUS, 1964-1968, vol. XIII, Europa occidentale, doc. 3]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...